Le distorsioni del quinto, e forse non ultimo, conto energia

Registri, limitati tetti di spesa, premi scomparsi e criteri di priorità penalizzanti per molti impianti. Il quinto Conto energia, nato per guidare il fotovoltaico alla grid parity contenendone i costi, non sarà in grado di sostenere adeguatamente il settore, creando invece distorsioni impreviste. L’analisi di Joel Zunato di eLeMeNS.

Clicca qui per leggere l’articolo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + venti =